Menu

Lo shopping online supera quello fisico

luglio 6, 2016 - News
Lo shopping online supera quello fisico

Per quanto lo shopping online negli ultimi anni abbia conquistato una sempre più alta fascia di interessati, non era mai riuscito ad imporsi come metodologia di shopping dominante, poiché messa sempre in secondo piano dallo shopping fisico, nei negozi.
Recentemente, però, questo trend è stato fermato.
A quanto sembra, infatti, almeno negli Stati Uniti la percentuale di oggetti acquistati in quale negozio online ha superato quella degli acquisti in negozi fisici.
Da cosa può essere dovuto ciò?

Per iniziare, è ovvio elencare i numerosi fattori positivi che rendono lo shopping online più funzionale rispetto a quello fisico.
Innanzitutto, la comodità di poter acquistare senza muoversi da casa.
Per quanto questo fattore possa essere sottovalutato, si presenta spesso la situazione di non poter acquistare un determinato oggetto poiché il rivenditore non possiede un negozio fisico vicino a casa propria, costringendo l’acquirente a percorrere chilometri e chilometri per effettuare l’acquisto.
Altro punto a favore sono probabilmente le schede tecniche degli oggetti a cui si è interessati, che forniscono all’utente una buona quantità di informazioni, in modo da indirizzarlo correttamente verso l’acquisto a lui più indicato.
Non è sempre possibile, infatti, venire a conoscenza di diversi dati riguardanti l’oggetto da acquistare in un negozio fisico.
Un esempio pratico: nel caso dell’acquisto di un capo di abbigliamento, in un negozio fisico non sempre si viene a conoscenza dei materiali del quale esso è composto, ne tanto meno delle percentuali nel caso di tessuti misti.
Online, invece, materiali e percentuali sono presenti nelle specifiche tecniche e, nel caso queste non vengano rispettate, gli store offrono il diritto di recesso.
Un ulteriore fattore che rende l’eCommerce tanto conveniente è l’immensa mole di prodotti disponibili.
Qualsiasi sia il brand o il modello da acquistare, il prodotto è disponibile in tanti store, in modo da non incappare in problemi di non disponibilità dello stesso.

Ma se lo shopping online è tanto conveniente, come mai ha superato quello fisico solo ora?
Il fattore più incisivo su questo sorpasso è da attribuire alla fascia d’età di cui sono composti la maggior parte degli acquirenti online.
La fascia dominante di acquirenti online è infatti composta da persone giovani, con età comprese tra i 16 e 36 anni, che nella maggior parte dei casi posseggono conoscenze superiori in quanto a informatica e web rispetto a persone più anziane, che compongono invece la maggior parte della percentuale di acquisti in negozio fisico.
Ciò è dovuto anche da un sempre più ampio utilizzo degli smartphone che, con le app adibite, fanno da mezzo di massa per gli acquisti online in semplicità.

Shopping fisico e online: come unirli

Una piccola percentuale di acquirenti rappresenta, però, coloro che in un certo senso mischiano acquisti online e fisici.
L’analisi di un determinato prodotto tramite il web, unito ad una prova con mano dello stesso tramite gli shop fisici infatti, può dare un’idea molto più dettagliata di ciò che si sta per acquistare.
Inoltre, un confronto tra i due tipi di negozi può portare in diversi casi a riscontrare differenze sostanziali di prezzo, indirizzando l’acquirente verso la tipologia di acquisto che gli offre un maggiore risparmio.